fare branding con i podcast

Come fare podcast marketing

Sommario

Il podcast marketing riguarda la possibilità di usare contenuti audio e ottenere vantaggi per il proprio business. Non è un settore adatto a tutti, non è vero che ogni attività dovrebbe iniziare a pensare a questo settore. La salumeria sotto casa non ne ha bisogno.

Neanche il ristorante in centro. Ma forse il libero professionista che vuole diffondere le proprie competenze e dimostrare le capacità del proprio studio professionale sì. Anche l’azienda che vuole fidelizzare le persone che già hanno scelto i propri servizi può guardare con favore verso il podcast marketing. Che oggi resta un ottimo strumento per creare un legame con un pubblico specifico. Magari non è uno strumento universale come Facebook Ads ma di sicuro può dare dei vantaggi impossibili da replicare. Ad esempio?

Analizza il target di riferimento dei podcast

Non puoi usare questo mezzo di comunicazione (vale a dire l’audio) per comunicare con tutti e in qualsiasi momento. Stiamo parlando di un lavoro legato al mondo del marketing dei contenuti che si lega a un modus operandi specifico delle persone. Cosa accade ai file?

Vengono scaricati o ascoltati in streaming in occasioni differenti – ad esempio quando si fa palestra, in ufficio, quando si usano i mezzi pubblici – e prevedono una scelta precisa dell’utente. Che cerca, si iscrive, rimane fedele a un canale. A differenza di altre soluzioni come la già citata pubblicità su Facebook o Google Ads, non hai la possibilità di tracciare un pixel e avere informazioni precise sul target: c’è un’analisi manuale molto più approfondita e raffinata da muovere se vuoi fare un lavoro accurato di web marketing con l’audio.

Da leggere: come trovare idee per il blog

Definisci gli obiettivi del podcast marketing

Anche questo è un punto fondamentale per proseguire con il tuo lavoro di content marketing via podcast. Spesso le persone immaginando di poter ottenere qualsiasi risultato da ogni strumento di promozione online ma non è così. Ci sono potenzialità:

  • Specifiche.
  • Generiche.

Il podcast è perfetto per ottenere determinati obiettivi in contesti specifici, non sempre e non in ogni caso. Questo perché è un media che si presta a un ascolto lungo, non frammentato: devi dedicare tempo alla fruizione. Ma c’è un vantaggio: puoi fare altro mentre ascolti.

In ogni caso in un piano strategico devi definire quale sarà l’obiettivo del tuo lavoro: difficilmente lo potrai usare per vendere, sarà sicuramente utile per fidelizzare e posizionare il tuo nome. La possibilità di fare brand awareness è una delle occasioni migliori per chi decide di investire nel podcast. L’audio funziona, non a caso sul blog Emoe abbiamo già affrontato il tema brand e Spotify.

Individua i temi del tuo podcast marketing

Impossibile pensare di lavorare sul tema del podcast marketing senza aver fatto un minimo di keyword research per comprendere le necessità del tuo pubblico e le possibili puntate di inserire nel canale. Scegli i temi che fanno al caso tuo, crea un calendario editoriale e inizia a registrare. In che modo? Con quale ritmo? Questo lo decidi tu ma in primo piano metti la qualità del lavoro svolto.

Usa la strumentazione giusta per registrare

Non è così impegnativa come può sembrare, non come quella necessaria per fare video marketing. In realtà se hai deciso di registrare un podcast hai bisogno di poca strumentazione, qualche programma e un tool veramente indispensabile. Da dove inizia il percorso?

Microfono

Di sicuro questa è la soluzione migliore per creare un file audio di qualità. Meglio acquistare un prodotto in grado di restituire la qualità della tua voce senza rumori di fondo e interferenze. La scelta è infinita, una delle soluzioni migliori è il Sudotack, microfono USB per PC 192KHZ/24Bit con condensatore cardioide, supporto per scrivania, filtro antipop e antiurto. Questo strumento è perfetto, vedrai.

Podcast marketing
Ecco il microfono giusto.

Lo puoi usare anche per registrazioni, call su Skype e attività di blogging su YouTube. Interessante per questo lavoro anche il TONOR. Vale a dire un microfono di registrazione a condensatore per youtuber e podcaster. Il braccio pieghevole favorisce la qualità del suono.

Software

Qui possiamo entrare in un mondo infinito, in realtà se devi solo modificare e migliorare i file audio puoi tranquillamente usare degli ottimi programmi online. Per semplificare il lavoro ma avere una suite completa a tua disposizione puoi sfruttare il classico Audacity

Questo software fa anche da ottimizzazione del file. Gli utenti avanzati possono usare Adobe Audition (a pagamento) o Hindenburg Journalist. In alternativa puoi registrare direttamente su Spreaker che fa anche da piattaforma di pubblicazione e distribuzione.

Scaletta

Proprio così, hai bisogno di un documento che ti aiuti a mantenere l’attenzione sui punti da affrontare. Non hai bisogno di grandi app in questo caso ma di sicuro c’è la possibilità di usare penna e carta per segnare i punti da affrontare in modo da ottenere un file audio fluido e senza interruzioni. Puoi usare anche un programma di mappe mentali come Coggle o Xmind (che suggerisco sicuramente) per definire in modo chiaro cosa dire e avere sullo schermo del computer tutto quello che devi dire.

Distribuisci il tuo podcast migliore

Non basta registrare, devi anche fare in modo che il file audio arrivi ovunque. Il canale che andrai a creare su una piattaforma come Soudcloud o Spreaker già consente di avere una base di riferimento per le tue puntate, l’audio sarà condivisibile ed embeddabile.

La piattaforma di Google per i podcast.

Attualmente questa è la migliore – o comunque quella che suggerisco – per essere presente online con un podcast ma ricorda che devi rendere disponibile il file anche su iTunes e Spotify. C’è bisogno della registrazione su Google podcast manager, indispensabile per rivendicare il podcast e renderlo rintracciabile anche sul motore di ricerca. Per automatizzare questi processi esistono servizi a pagamento come www.buzzsprout.com che consentono di automatizzare l’inserimento del file audio nelle varie directory.

Per approfondire: inizia a fare storytelling

Vuoi fare podcast marketing ora?

Perfetto, devi lavorare sulla strategia e capire se hai bisogno di questa soluzione per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing. Improvvisare vuol dire sprecare risorse e muoversi senza un reale collegamento cin tutto ciò che stai già facendo per raggiungere i tuoi obiettivi. Ovvero crescere, ottenere nuovi clienti, monetizzare. Vuoi iniziare il tuo piano di podcast marketing al meglio?

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

CONTATTACI

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali in ottemperanza all'informativa privacy