Gestire un ecommerce per vendere di più? A Natale puoi.

Sommario

Natale sta arrivando! Tutti (o quasi) pensano alle vacanze e ai regali. È proprio in questo periodo dell’anno che devi sfruttare al meglio il tuo business online! Come? Con la giusta strategia di marketing e SEO per gestire un ecommerce.

Prima di darti i nostri consigli su come gestire un ecommerce in vista per periodo natalizio, fermiamoci un attimo a riflettere sulle abitudini di acquisto dei consumatori.

Shopping online o offline?

I mondi dei negozi digitali e fisici sono in collisione. Gli acquisti possono iniziare nel web e finire nel negozio fisico, o viceversa. Infatti, anche nei centri commerciali, i clienti ormai hanno un’arma in più nella scelta dell’acquisto: il loro smartphone.

Facciamo un esempio! Un tuo potenziale cliente sta cercando un regalo per la sua compagna: cerca, cerca, ricerca e alla fine si arrende. Entra quindi nel primo bar e si prende un caffè. Nel frattempo però cerca “idee regalo di Natale per lei” e guarda i risultati, in cerca di ispirazione. Nella sua ricerca trova una collana in acciaio molto carina, clicca sul sito del produttore (perché non ha più il tempo di ordinarla online), poi su rivenditori e cerca quello più vicino a lui. Ecco fatto: regalo trovato.

I clienti di oggi ormai sono in giro come zombie nelle città e nei centri commerciali: camminano con la testa bassa utilizzando smartphone, motori di ricerca e social media per prendere le decisioni d’acquisto giuste, che siano online o offline.

Gestire un ecommerce: 10 consigli per vendere di più

Questo articolo contiene 10 semplici suggerimenti che puoi utilizzare per gestire un ecommerce nel modo giusto e riuscire a vendere di più nel periodo natalizio.

1. Assicurati che il tuo ecommerce sia mobile-friendly

Come di sicuro già sai, il mobile ha preso definitivamente piede. Molto semplicemente, se si vogliono aumentare le visite al proprio shop durante la corsa ai regali di Natale, è necessario assicurarsi che il sito funzioni bene su tutti i dispositivi mobili. Il mobile ha definitivamente superato il desktop in volumi di ricerca e, se si prendono di mira le persone che cercano un regalo, questo è sicuramente un aspetto da tenere in considerazione.

Il responsive design è nato nel 2012 e ora è diventato maturo e più facile che mai da implementare. Inoltre, se si utilizza WordPress, ci sono plugin come WP Touch che permettono di rendere il tuo sito mobile-friendly in pochi istanti.

2. SEO per ecommerce: ottimizza le schede prodotto

Il tuo sito potrebbe non essere ottimizzato al massimo delle sue possibilità. Molte volte, infatti, i siti web non sono ottimizzati sulla base dell’esperienza utente e della ricerca. Il Natale è il momento giusto per vendere i tuoi prodotti, ma questo avverrà soltanto se adeguerai il tuo portale ai tuoi potenziali clienti.

Prendi un po’ di tempo e sistema:

  • le descrizioni dei prodotti;
  • le immagini dei prodotti;
  • le recensioni dei prodotti;
  • i titoli delle pagine;
  • le meta descrizioni

Questi sono tutti semplici miglioramenti che aiutano gli utenti e non richiedono un enorme know-how tecnico. È possibile rivedere fino a 500 pagine del sito con la versione gratuita di Screaming Frog, e questo ti permetterà di determinare rapidamente dove aggiornare i titoli e le meta descrizioni (oltre che altre informazioni per i più esperti).

Ci sono molte ragioni per cui la tua SEO potrebbe non lavorare come vorresti, quindi prenditi tutto il tempo necessario per analizzare ogni parte del sito ecommerce e scoprire le aree che necessitano di miglioramenti.

Da leggere: SEO per e-commerce: una guida per tutti

3. Fai marketing sulle tue buyer personas

Ti sei mai veramente chiesto chi sono i tuoi potenziali clienti? Chi si cela dietro alla tastiera? Spendi un po’ di tempo per capire chi sono e cosa vogliono i tuoi potenziali clienti può essere un’attività strategica.

Le personas corrispondono a identikit di clienti tipo: una raccolta di bisogni, interessi e comportamenti che caratterizza quella tipologia di cliente.

Ma come si può creare un identikit corretto delle personas? Raccogliendo tutti i dati che possiamo da diverse fonti, come gli Analitycs raccolti dal nostro sito, risposte a sondaggi, questionari ecc.

La delineazione di alcuni profili personas ad hoc per la nostra targetizzazione è di sicuro la scelta vincente, in quanto focalizzarsi su un pubblico molto ampio finirebbe per parlare a tutti e a nessuno.

Occorre quindi definire il proprio bacino di utenti e puntare su attività di marketing mirate.

4. Social ecommerce: utilizza (bene) i social media

Mentre i motori di ricerca forniscono le risposte, il potere dei social nello spingere i potenziali acquirenti lungo il funnel di vendita sta aumentando di anno in anno. In particolare, le piattaforme visive come Pinterest e Instagram forniscono agli utenti un potente mezzo per passare in rassegna tutti i prodotti e proporre nuove idee per gli acquisti.

Cosa regalare a un amico? Come trovare l’idea giusta per un pensiero rivolto a dei neo-genitori? Un social come Pinterest offre un modo per cercare, navigare e avere nuove idee in un modo molto più suggestivo di una semplice ricerca su Google.

I potenziali clienti si aspettano che tu sia visibile sui social, ma è comunque necessario dare loro un buon motivo a seguirti. Offerte speciali, coupon e assistenza nell’aiutare i consumatori nelle decisioni di acquisto ti rafforzerà come brand e ti aiuterà a costruire una valida offerta di mercato.

Cerca di capire a fondo i tuoi clienti: fornisci contenuti utili e che realmente li aiutino a raggiungere i loro obiettivi di acquisto.

Essere attivi sui social è un ottimo inizio, ma queste piattaforme forniscono anche ottime opzioni di pubblicità. Facebook, in particolare, offre una vasta gamma di opzioni di targeting demografico e di interesse, che consentono di puntare su un pubblico potenzialmente interessato. Facebook fornisce anche un’opzione evento per il targeting: è possibile raggiungere persone che hanno avviato un nuovo rapporto sentimentale (data di fidanzamento, matrimonio) e per alcuni settori questo può essere molto utile (ad esempio per un negozio di gioielli).

Inizia quindi a individuare e a indirizzare il tuo pubblico, a dare loro un motivo per seguirti.

5. Promuovi il tuo ecommerce con il PPC

Quando cerchiamo qualcosa sul web, come un regalo o un nuovo prodotto, di sicuro ci imbattiamo sugli annunci della rete di ricerca. Li troviamo in cima alla SERP (le pagine dei risultati di ricerca di Google) e sono caratterizzati da un’etichetta verde (“Annuncio”).

Molte aziende si sono “bruciate” con il PPC ma, se fatto correttamente, questo può portare ottimi risultati.

Google AdWords offre anche una gamma di estensioni annuncio, per mostrare altre informazioni commerciali come ad esempio il numero di telefono. Da queste informazioni, un utente può rapidamente e facilmente ottenere informazioni o effettuare una chiamata all’assistenza.

6. Sfrutta la pubblicità display su Google 

Partendo dagli annunci sulle rete di ricerca possiamo, grazie alla rete display di Google, utilizzare degli annunci illustrati. È inoltre possibile creare elenchi di precedenti visitatori del sito per fare remarketing e contattare gli utenti dopo una prima visita.

Gli annunci display funzionano bene e fanno parte del funnel di vendita: è molto più semplice usare un’immagine per aiutare nella decisione i potenziali clienti.

Gli annunci display sono un modo semplice ed economico per incrementare la tua visibilità. Se configurati bene, possono essere altamente efficaci ad espandere il pubblico, sensibilizzare e aiutare a convincere un potenziale cliente che il tuo prodotto o servizio è la scelta giusta per loro.

7. Fai del buon e-mail marketing

Una delle strategie più importanti e funzionali alle vendite, soprattutto nei periodi festivi, è di sicuro quella di fare del buon e-mail marketing.

Oltre alle classiche e-mail automatizzate, come quella di benvenuto o di ringraziamento per il primo acquisto, il consiglio è di puntare sulle newsletter. Sono infatti un ottimo strumento di fidelizzazione dei clienti, anche grazie al rafforzamento del tuo brand, che sarà percepito dalla costanza nella comunicazione e nei contenuti di valore che recapiterai puntuale alla tua utenza. Ovviamente tutto questo deve iniziare molto prima del periodo natalizio, quindi comincia a pianificare i tuoi contenuti per tempo e continua con costanza durante e dopo il periodo delle festività.

Un altro strumento su cui puntare è la DEM (direct e-mail marketing), che non ha una costanza come la newsletter, poiché il suo scopo principale è quello di vendere. Saranno quindi e-mail inviate a una specifica utenza per una specifica offerta, con lo scopo di convertire.

Ma come sfruttare l’e-mail marketing per il periodo natalizio? Puoi progettare delle vere e proprie campagne su misura per questa festività, creando una serie di contenuti, magari accompagnati a sconti che guidano il cliente nel mese di dicembre, fino ad arrivare al giorno di Natale.

8. Cura la tua reputazione online 

Da un rapporto del 2018 si evince che l’84% dei consumatori consulta e si fida delle recensioni online, ma ancora oggi molte imprese non utilizzano dei tool di raccolta recensioni specifici.

Ovviamente il processo è tutt’altro che semplice: mentre i clienti soddisfatti di solito non corrono a lasciare recensioni (a meno che non gliele si chiede direttamente), quelli scontenti non vedranno l’ora di parlar male di te.

Dovrai quindi lavorare a fondo per cercare di soddisfare gli “scontenti” con un buon servizio post-vendita, sostituzioni, buoni sconto o coupon così da avere la maggior parte delle recensioni positive.

9. Fornisci supporto in tempo reale

Nel corso degli ultimi anni sono stati condotti alcuni studi che hanno dimostrato che il supporto in tempo reale è il canale preferito dal cliente. Inoltre, è stato dimostrato che ci sono maggiori probabilità di effettuare un acquisto dopo aver utilizzato una live chat.

Il supporto in tempo reale può prevenire eventuali problemi nella fase di checkout (acquisto) ed è quindi uno strumento indispensabile nel tool kit di marketing.

L’aggiunta di una live chat è un modo molto semplice per iniziare una conversazione con i visitatori del tuo sito e creare conversioni.

Meglio ancora, sistemi come Olark rendono l’integrazione facile e di solito non richiedono tanto se non l’integrazione di un pezzo di codice Javascript all’interno del sito web. È semplice, facile e migliora l’interazione con i visitatori del sito. Inoltre, si integra perfettamente con i sistemi di gestione dei contenuti, CRM e help desk.

10. Fatti trovare pronto

Ok, sei pronto al rush finale prima di Natale… il tuo sito lo è? Il portale può far fronte all’incremento dei visitatori? Tutte le pagine e i link funzionano? Come sono le performance? Tutti i prodotti sono disponibili e saranno consegnati per tempo?

Approfittatene per testare e/o controllare:

  • Link per eventuali errori 404 (piuttosto configurate dei redirect);
  • Performance del sito e dell’hosting (anche e soprattutto da mobile) facendoti aiutare da tool come Google Page Insights;
  • Disponibilità dei prodotti di punta in previsione degli acquisti ed eventuali restock.

Ecco i nostri consigli per gestire ecommerce a Natale:

Ecco quindi riassunti i 10 consigli che ti aiuteranno a massimizzare la visibilità e a gestire il tuo ecommerce, guidando più clienti da te nel periodo natalizio!

  1. Assicurati di avere un sito web mobile-friendly;
  2. Presta attenzione alla SEO (contenuti, titoli, meta descrizioni);
  3. Disegna il tuo target: sviluppare le personas aiuta a capire il tuo pubblico;
  4. Sii attivo sui social;
  5. Configura al meglio gli annunci nella rete di ricerca con AdWords;
  6. Utilizza gli annunci sulla rete display per aumentare consapevolezza e fare remarketing;
  7. Punta sull’e-mail marketing;
  8. Attiva un sistema di recensioni online;
  9. Migliora il coinvolgimento dei visitatori, integrando una piattaforma di live chat;
  10. Verifica le performance e la stabilità del tuo sito web.

Se li implementerai tutti… probabilmente passerai un bel Natale (anche dal punto di vista commerciale)!

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

CONTATTACI

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali in ottemperanza all'informativa privacy