SEO e SEM: qual è la differenza? Meglio uno o l’altro?

Sommario

Il marketing è in continua evoluzione e quindi anche il linguaggio ad esso collegato. SEO e SEM, PSA e PPC, CTR e CPC… Siamo tutti colpevoli di lanciare quotidianamente diversi acronimi che spesso confondono i nostri clienti. Oltre a ciò, talvolta anche come marketers, ci confondiamo sul significato di alcuni termini ed acronimi.

Un esempio di tutto ciò riguarda due termini e acronimi che vengono spesso utilizzati in modo intercambiabile senza una chiara comprensione di cosa siano e come siano connessi: SEO e SEM.

 

SEO e SEM: facciamo un po’ di chiarezza!

 

La differenza tra SEO e SEM è semplicemente che l’ottimizzazione dei motori di ricerca (alias SEO) fa parte del Search Engine marketing(cioè il SEM), conosciuto anche come Search Marketing. Entrambi i processi mirano ad aumentare la visibilità dei portali nei motori di ricerca.

Il SEO serve ad ottimizzare il vostro sito web al fine di ottenere posizioni migliori nei risultati di ricerca mentre il SEM va oltre il SEO. Quest’ultimo processo coinvolge altri metodi che possono veicolare più visitatori arrivati dal motore di ricerca come, ad esempio, la pubblicità PPC.

Al fine di fare un confronto tra SEO e SEM, è importante iniziare con la definizione di SEO in modo che sia chiaro a tutti quale sia la differenza tra i due.

SEO e SEM: qual è la differenza? Meglio uno o l'altro? | Emoe

Il SEO, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca

 

In un post precedente, vi ho “regalato” alcuni consigli SEO per posizionare un sito nel 2017 e sono quindi entrato nel “pratico” di questo utilissimo processo. Ma partiamo dalle basi…

Che cosa è il SEO?

Il SEO è il processo di ottimizzazione del tuo sito web allo scopo di ottenere più traffico dai motori di ricerca.

Un sito web ottimizzato viene compreso più facilmente dai crawler dei motori di ricerca e questo aumenta le possibilità di classificare il sito più in alto possibile nella SERP.

On-site e Off-site SEO

Il SEO si divide in due pilastri principali: quello che si chiama On-Site SEO e l’Off-site SEO. L’On-Site SEO rappresenta l’insieme delle regole che potete applicare sul vostro sito web, e-commerce o blog in modo che sia piacevole per il motore di ricerca.

Ecco in cosa consiste:

  • Ottimizzazione dei meta data, che include il tag relativo al titolo, alla meta description, agli heading (H1, H2, etc..), alle descrizioni alternative per le immagini, che devono incorporare la parole chiave in target;
  • Testo delle pagine ben scritto ed ottimizzato per le keyword scelte;
  • URL semplici, ben formattati e contenenti le parole chiave in target;
  • Ottimizzazione delle performance del sito web;
  • Creazione di pulsanti di condivisione social all’interno dei contenuti.

Da leggere: Content marketing: quanto devono essere lunghi i testi sul web?

L’Off-site SEO riguarda il processo mediante il quale si ottengono “voti” da altri siti web, allo scopo di aumentare la fiducia del vostro sito web nei motori di ricerca.

Per i principianti questo può non essere molto chiaro, ma cercate di pensare ad esso come un sistema di classificazione dove il sito web più “votato” è anche quello più alto in classifica.

I “voti”, in questo caso, sono i link provenienti da altri siti web e che puntano al vostro sito. Questo è anche il motivo per cui l’Off-site SEO viene anche chiamato link building.

Per evitare ogni incomprensione, non è solo una questione di quanti link puntano al tuo sito web, ma anche da dove arrivano questi link (oltre ad certo numero di altri fattori).

Una grande parte del SEO sta creando contenuti preziosi e di alta qualità (ad esempio, articoli di blog e copia di pagine web) che il tuo pubblico di destinazione troverà utile. Nel tempo, ciò comporta un maggiore traffico organico al tuo sito web, maggiori opportunità per i collegamenti in entrata e, soprattutto, più conversioni.

Assicurati di prestare attenzione a queste tattiche in pagina e fuori pagina per assicurare che le pagine di destinazione, la copia web e gli articoli del blog siano ottimizzati per la ricerca.

Ecco le tecniche utilizzate per l’Off-page SEO:

  • Link building per attirare e ottenere link in ingresso di  qualità (i cosiddetti “backlinks”). Questo è la tecnica più importante dell’Off-page SEO;
  • I social signal per incrementare il traffico di un sito web condividendo i contenuti tramite i social;
  • Attirando l’attenzione da siti di social bookmarking come Reddit, Digg e Stumbleupon.

 

Il SEM, ovvero il marketing per i motori di ricerca

 

Il Search Engine Marketing è un processo che contiene il SEO, ma è comunque un sottoinsieme di una strategia completa di web marketing su Internet. Il diagramma seguente mostra la relazione tra Web Marketing, SEM e SEO.

SEO e SEM: qual è la differenza? Meglio uno o l'altro? | Emoe

Come potete vedere, ci sono molti altri modi per aumentare il traffico del vostro sito web oltre al SEO e SEM.

Da leggere: Il Marketing online è davvero indispensabile per le piccole imprese?

Che cos’è il SEM?

Il SEM è il processo di marketing con l’obiettivo di ottenere maggiore visibilità nei motori di ricerca, ottenendo traffico “gratuito” (SEO) oppure un traffico pagato (tramite la pubblicità a pagamento, detta anche PSA, o Paid Search Advertising).

Attraverso la pubblicità a pagamento si acquista sostanzialmente spazio pubblicitario nei risultati del motore di ricerca. Quindi, invece di cercare di classificare più alto ed ottenere traffico gratuito (ottenibile con il SEO) si paga per comparire più in alto rispetto alle ricerche (tutto questo ovviamente dipende però dal budget destinato).

Lo strumento pubblicitario più noto per PSA è Google Adwords. Attraverso Google Adwords potete far apparire i vostri annunci in una zona dedicata dei risultati di ricerca di Google e pagherete solo per i clic sugli annunci.

Questo è anche il motivo per cui l’intero processo è chiamato Pay-per-Click o PPC. Bing e Yahoo hanno un sistema simile, ma che non ha mai avuto lo stesso successo di Adwords.

L’importanza del traffico generato dal SEM

SEO e SEM: qual è la differenza? Meglio uno o l'altro? | EmoeIl traffico generato dal SEM è considerato la fonte più importante del traffico sul web, proprio perché è mirato. Ormai è noto che le persone usano i motori di ricerca per trovare una soluzione ad un problema, una risposta alla loro domanda o per imparare a fare qualcosa.

Quindi quando le ricerche “atterrano” su di un sito web dai risultati di ricerca o tramite il clic da un annuncio, le probabilità di conversione aumentano considerevolmente. La pertinenza dei siti e degli annunci visualizzati rendono il traffico SEM più prezioso di qualsiasi altra fonte.

Facebook e Twitter stanno cercando di ottimizzare le loro piattaforme pubblicitarie per utilizzare il traffico mirato, ma il traffico proveniente direttamente dai motori di ricerca ha ancora un ROI (ritorno sugli investimenti) migliore.

Ecco alcuni esempi di attività SEM?

Google AdWords è la piattaforma più popolare per annunci, ma ci sono alcune attività chiave necessarie per il successo del sistema pubblicitario, come ad esempio:

  • Avvio di campagne pubblicitarie mirate ad un pubblico specifico (ad esempio, geografico);
  • Creazione di gruppi di annunci in base alle variazioni delle parole chiave in target;
  • Scrittura di annunci pertinenti utilizzando le keyword scelte;
  • Impostazione del giusto budget per gli annunci;
  • Monitoraggio di metriche quali clic, impressioni, click rate e costo medio per clic;

Ci sono molte altre complicazioni che riguardano il lancio ed il mantenimento di una campagna PPC efficace, ma queste cinque attività sono particolarmente importanti per qualsiasi principiante. Se state pensando di sfruttare il SEM per completare gli sforzi sul SEO, assicuratevi di dare un’occhiata alla pagina di annunci di ricerca di Google Adwords.

Da leggere: Link building? Ecco come farlo bene

 

Quindi, qual è meglio tra SEO e SEM?

 

Si potrebbe sostenere che uno è più efficace dell’altro, ma mi piace pensare che il SEO fatto bene sia un prerequisito fondamentale per SEM di alta qualità. Il SEO mette le basi per il SEM attraverso contenuti ottimizzati che SEO e SEM: qual è la differenza? Meglio uno o l'altro? | Emoei clienti troveranno utili. Senza pagine di destinazione, pagine web e contenuti blog ottimizzati per la ricerca, i vostri sforzi SEM non funzioneranno a causa della scarsa qualità. Inoltre il SEO organico è meno costoso e funziona a lungo termine per la credibilità nei motori di ricerca, purché lo curiate costantemente.

D’altro canto, se state solo lanciando il vostro primo sito web, probabilmente avete bisogno di una visibilità immediata nella ricerca finché non creerete una certa credibilità organica. Con una campagna strategica PPC, potreste raggiungere questo obiettivo. Quello che non dovrete fare, però, è affidare tutto al PPC, ignorando il SEO.

Quindi, valutate ciò che è meglio per le vostre esigenze specifiche, ma assicuratevi di comprendere appieno le differenze per ripagare i vostri sforzi (di tempo ed economici).

Se hai bisogno di assistenza su SEO e SEM –> CONTATTACI

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

CONTATTACI

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali in ottemperanza all'informativa privacy
Chatta con noi
💬 Hai bisogno?
Ciao 👋 Come possiamo aiutarti?